Gravidanza fisiologica Napoli

Gravidanza

Cos’è ?

Per gravidanza fisiologica s’intende una gravidanza naturale che trascorre senza problemi o complicanze, come nel 90% dei casi. La sorveglianza prenatale della gravidanza fisiologica consiste in una serie di procedure, consigli ed esami che rappresentano l’iter di screening e di prevenzione di eventuali complicanze materne o fetali.

Come si effettua il monitoraggio?

La visita del primo trimestre è determinante, poiché individua gravidanze a rischio e consente di orientare verso gli accertamenti più adatti. Il controllo mensile permette di rilevare eventuali patologie. I corsi di preparazione e le visite di fine gravidanza permettono di preparare il parto e il postparto.

Agenda della gravidanza

La gravidanza si divide in tre trimestri: il primo trimestre si conclude entro la 13° settimana, il secondo entro la 26° settimana; il terzo trimestre si conclude intorno alla 40° settimana con il parto.

Ecco quali sono gli esami da eseguire nei diversi periodi:

Primo trimestre

Esami ematochimici.  Ecografia.  Screening delle anomalie cromosomiche.

Secondo trimestre

Esami ematochimici come nel primo trimestre.
Test da carico di glucosio per la diagnosi di diabete gestazionale.
Ecografia morfologica (20° settimana), che studia attentamente l’anatomia, il battito cardiaco e i movimenti fetali, la placenta e la quantità di liquido amniotico. Con questa ecografia si verificano le misure del bambino, il cuore, le dimensioni di molti organi tra cui il cervelletto, la colonna vertebrale, gli arti, lo stomaco, i reni, la vescica. È possibile, inoltre, evidenziare il sesso del nascituro. Con la flussimetria doppler si valutano la funzionalità della placenta e la corretta ossigenazione del feto.

Terzo trimestre

Esami ematochimici come nei trimestri precedenti.
Ecografia che evidenzia la morfologia del bambino per il controllo della crescita e lo sviluppo fetale, la posizione del bimbo, il controllo del liquido amniotico, la placenta e la sua inserzione.
Tracciati cardiotocografici (se non vi sono indicazioni differenti, si cominciano alla 38° settimana), che registrano l’attività cardiaca del bimbo e l’eventuale presenza di contrazioni uterine.

È fondamentale, durante tutto il corso della gravidanza, il monitoraggio pressorio e del peso.