Ecoflussimetria doppler a Napoli


Il Centro Ippocrate svolge anche l'ecoflussimetria doppler a Napoli, una metodica ecografica non invasiva utilizzata per lo studio dei flussi ematici, arteriosi e venosi, utili per la valutazione del benessere della mamma e soprattutto del bambino. Si può utilizzare dal terzo mese di gravidanza in poi. I flussi più studiati sono quelli utero-placentari per la prevenzione della preeclampsia, quelli feto-placentari e quelli fetali per lo studio delle disfunzioni della placenta, del ritardo di crescita fetale e di altre condizioni di rischio per la salute del feto.


L'ecoflussimetria doppler a Napoli utilizza una modalità d’indagine indolore, basata sugli ultrasuoni: viene utilizzata in particolari situazioni per valutare lo stato della circolazione fetale e il funzionamento della placenta, l'organo che permette il trasferimento di ossigeno e sostanze nutritive dalla mamma al bambino. L’esame utilizza la stessa apparecchiatura dell’ecografia: comincia con un'ecografia vera e propria, che permette di individuare il vaso sul quale concentrare l'attenzione tra arterie uterine, delle arterie ombelicali, dell'arteria cerebrale media del feto o del dotto venoso. Una volta individuato il vaso, vi si invia contro il segnale Doppler, un segnale fatto sempre di ultrasuoni. 


A seconda delle caratteristiche del vaso stesso e di come vi fluisce il sangue, il segnale torna indietro con proprietà diverse, la cui analisi permette di capire se il vaso sta funzionando bene o se ci sono problemi. L’esame dell’ecoflussimetria viene utilizzato nei seguenti casi:

  • Restrizione di crescita fetale, cioè un ritardo della crescita del feto. L’esame evidenzia il funzionamento regolare o meno della placenta. Inoltre può essere d’aiuto per stabilire la data del parto anticipato, qualora si attesti che il funzionamento della placenta non sia corretto.
  • Malattie o malformazioni fetali, la flussimetria dell'arteria cerebrale media, per esempio, viene impiegata in caso di anemia fetale, mentre la flussimetria del dotto venoso può essere utile in caso di malformazioni cardiache.
  • Preeclampsia e rischio di preeclampsia, nel caso in cui la mamma manifesta sintomi tipici della preeclampsia, una condizione potenzialmente molto grave per la mamma e il bambino. Se la donna manifesta pressione alta, il doppler delle arterie uterine e dell'arteria ombelicale aiuta a capire se la placenta funziona oppure no.